The Pool - Cancellare i Tratti

Vi racconto una regola opzionale che ho inventato con un giocatore di una delle mie serie di The Pool.


Se vuoi cancellare un tratto. spendi le parole necessarie per cancellarlo dalla tua Storia del Personaggio. Dopodiché ricevi un numero di dadi pool pari al bonus del tratto.


Costando il tratto il quadrato del bonus, vuol dire che ritorna al giocatore la radice quadrata di quello che ha speso.

3 apprezzamenti

Ci vedi altre utilità oltre a quella di rifornirsi di dadi?
Questa regola, combinata con il rifornimento di dadi di ogni sessione, non rende il pool fin troppo abbondante?

Semplicemente per non far sentire punitivo l’abbandono dei tratti non più rilevanti.

1 apprezzamento

I PG sono caratterizzati da pochissimi “aspetti” in Pool. Rimuovendone anche solo uno o due, rischi di cancellare i pochi elementi che li identificano. C’è una procedura di riscrittura di un tratto, invece che di cancellazione?
Riscrivere un tratto, trasformando ed evolvendo il personaggio possibilmente come conseguenza della fiction in gioco a mio istinto avrebbe molto più significato e impatto.

Si può fare anche quello, Andrea. Ma è già nel gioco normalmente.

Ma questa che ho proposto è una procedura da usare dopo qualche avanzamento, quando hai costruito già altri tratti oltre a quelli con cui hai iniziato.

2 apprezzamenti

Secondo me questa regola funziona bene.

1 apprezzamento

Suppongo che non tornino indietro il 100% dei dadi perché così il giocatore che spende dadi su un tratto sa che non può ripensarci e riottenere tutto quello che ha speso. E questo rende più importante la scelta dei tratti.
Io sarei meno punitivo: anche se metà dei dadi tornassero indietro potrebbe funzionare, secondo me.

Non so, andrebbe provato. Nella maggior parte dei casi (tratti da 1 a 3) non vedo molta differenza.

1 apprezzamento