Pensieri su Dungeon World di Narrattiva

Buongiorno a tutti .

Volevo sapere da voi del forum cosa ne pensavate della traduzione di Narrattiva del manuale Dungeon World .

Un caro saluto a tutti.

Personalmente, non mi ha esaltato la scelta dei termini usati per la traduzione.
Al tempo, prima dell’uscita della prima edizione, ho avuto la fortuna di poter leggere il testo, e dare una quantità spropositata di feedback. Qualcuno è stato preso in considerazione, molti altri no.
Scelte di lemmi a parte, ne è uscito comunque un prodotto abbastanza rifinito. A differenza della prima traduzione di Apocalypse World, che mi aveva davvero deluso.

La seconda edizione di Apocalypse World non è pessima , ho visto grosse differenze.

Non ho l’edizione originale in inglese , ero curioso di avere un parere vostro.

E’ abbastanza pessima. Spesso per rendere scorrevole certi punti ha frainteso dei passaggi di regolamento. Inoltre, nella seconda edizione, ha inserito parti che non sono del regolamento ufficiale come se lo fossero, creando confusione tra consigli e regole.

Parli della seconda edizione italiana?

Lo chiedo perché io l’ho comprata ma, per non portarmi dietro il manuale cartaceo (mi è scomodo quando viaggio), l’ho letta in inglese da tablet. Per cui, sinceramente, non ho idea di come sia la seconda edizione italiana.

Ciao Daniele ,

Io ho preso due settimane fa , il manuale su Narrattiva .

( presumo sia l’ultima edizione )

Dalla prossima settimana inizierò a leggerlo approfonditamente , però ero curioso di conoscere le differenze tra l’oroginale e la versione tradotta ( ovvio che ci siano )

Saluti

Penso chiunque sappia che non amo Narrattiva, il loro approccio all’editoria (nel mezzo di una pandemia ancora non vendono giochi in .pdf), e i loro prodotti. Ho sentito storie peggiori sui rapporti finanziari con i loro collaboratori, ma delle quali non conosco le fonti e che quindi non mi sento di ripetere.

Al tempo della campagna Ulule, espressi delle critiche in privato alle quali ricevetti una risposta estremamente arrogante e ricca di argomenti ad auctoritas (“io traduco cose da prima che tu fossi nato”). Questo mi spinse a trasformare la serie di note che avevo in quello che poi è diventato https://dungeonworld.it (con l’aiuto di molti volontari). Non è privo di errori e problemi, ma almeno è libero e gratuito.

Sono poi rimasto abbastanza amareggiato per via di una campagna di disinformazione effettuata da alcuni fanatici supporter di Narrattiva – penso sia partita organicamente e non diretta da Narrattiva, ma non posso esserne sicuro – che consisteva nel dire in giro che la versione gratuita era di bassa qualità perché “amatoriale”, e che la versione di Narrattiva era “ufficiale” (cosa chiaramente falsa per via della licenza libera utilizzata) e perciò di qualità maggiore (!). Ho assistito di persona a tali atti in due Lucca Comics & Games, da parte di volontari con la maglietta di Narrattiva dei quali non conosco l’identità, e l’ho visto accadere moltissime volte su Internet.

Tornando al contenuto, quando leggi il manuale, presta attenzione al fatto che c’è tutta una sezione di consigli (la “Guida a Dungeon World”) che non fa parte del manuale originale. Anche se alcuni di questi consigli sono validi, altri non lo sono.

Ci sono degli errori piuttosto grossolani determinati da una mancata conoscenza dell’inglese e/o delle meccaniche del gioco al momento della traduzione. In particolare, l’innesco di Sfidare il Pericolo con INT è proprio sbagliato … perché “quick wit” non significa “pensare rapidamente”, ma l’astuzia, la furbizia, in altri contesti il tempismo comico, e sì, può significare “pensare rapidamente” in certi contesti ma evidentemente non in questo. Questo causa continuamente problemi in persone che usano l’edizione di Narrattiva, che non sanno se attivare la mossa con DES o con INT quando qualcuno fa qualcosa rapidamente (mentre è chiaramente con DES). In una mossa così fondamentale, è un errore che non ha scuse, e il fatto che non sia stato corretto tradisce ancora una volta ignoranza da parte dell’editore.

C’è un uso di espressioni regionali emiliane in diverse descrizioni di mostri, oltre a una terminologia folle nella gittata delle armi che si presta a confusioni assurde (il famoso pugnale “intimo”). Delle mosse hanno dei nomi ridicoli, come “WANTED”, e “Parlé”, e “Assalire” come traduzione di “Hack & Slash” tradisce completamente la mancanza di comprensione del funzionamento della mossa – che si attiva solamente in caso di ‘armi pari’ dei due combattenti, e perciò mai quando effettivamente si assale qualcuno.

In aggiunta, ci sono delle classi aggiuntive che sono state inserite insieme a quelle base senza marcarle in maniera abbastanza riconoscibile. Queste sono classi prese un po’ a caso da internet, e tendono a essere di qualità molto più bassa. Non ricordo cosa ci sia nella “2a edizione” (un’altro termine molto fuorviante, dato che si tratta dello stesso testo originale), ma le classi base sono Barbaro, Bardo, Chierico, Druido, Guerriero, Mago, Ladro, Paladino, Ramingo/Ranger. Tutto il resto, Stregone, Sciamano, Arcanero, sono classi di terze parti dalla qualità variabile.

1 Mi Piace

Arcanero e Coboldo - sono marcate come “classi aggiuntive” per lo meno. Cosa invece non chiara nel sito, nella sezione download (dove per esempio appare il Monaco che è una classe interessante ma con uno sviluppo meh).

Grazie infinite delle vostre risposte.

Sarà mia premura farne tesoro. :+1:

1 Mi Piace

Preciso che in questo mio commento parlavo di Apocalypse World e non di Dungeon World.

eh niente, ormai l’hai comprata, mica possiamo fermarti.

Grazie mille :+1: