Solar Skyrim: Problemini

Ho fatto un crosspost su Adept Play, ma questa volta non è una traduzione diretta; penso che il tono debba essere forzatamente diverso dato che i membri della campagna sono partecipanti a questo forum.

Continua la collana “@ranocchio prova i giochi dell’era di The Forge e li sminchia”.

Ho avuto un’esperienza relativamente mediocre col Solar System, giocando con @adam, @Moufta, e @_Elil_50. Ci sono rimasto abbastanza male perché ero ispirato da questa campagna e dal sistema di gioco. Stavamo usando l’ambientazione di Elder Scrolls con il crunch che ha fatto @adam.

Penso ci sia stato qualcosa di sbagliato nella mia preparazione da GM; in ogni caso ho fatto una fatica bestia a far emergere le Chiavi e le premesse dei protagonisti in gioco. La sessione è la terza, ma considerate che la prima è stata principalmente dedicata alla discussione e alla creazione dei personaggi. Dopo una seconda dove nonostante un po’ di momenti noiosi siamo riusciti a mettere in gioco i personaggi e trovare la loro voce, mi aspettavo che la qualità delle sessioni sarebbe migliorata, con un progressivo imparare a focalizzare le scene su questioni importanti e drammatiche. Tuttavia, mi è parso che stia capitando proprio il contrario.

Problemi in dettaglio

Uno dei nostri primi problemi è stato con una scena iniziale dove il personaggio di @_Elil_50 e quello di @adam si erano appena incontrati. @adam ha suggerito una scena di recupero per il Vigore, ma @_Elil_50 ha indicato che non gli sembrava che la sua idea di avere una conversazione camminando rispettasse la richiesta di “esercizio fisico” della scena di recupero del Vigore. Alla fine abbiamo fatto una scena normale; abbiamo aggiunto un po’ di colore ma mi è sembrata un po’ una perdita di tempo.

Il secondo problema è avvenuto subito dopo – ho male interpretato il fatto che @_Elil_50 e @adam volessero far tornare i propri personaggi alla locanda alla quale avevano una stanza per dormire. Mi è sembrata una buona occasione per introdurre la guardia Dunmer che odiava i legionari, ed essendo il personaggio di @adam un legionario, li ha minacciati di violenza nel caso fossero entrati. Non mi è sembrato che questo importasse così tanto come pensavo ai giocatori, che hanno semplicemente indicato di volersene andare.

Il terzo problema è capitato nei boschi fuori città: ho deciso di prendere l’opportunità di introdurre un culto di veneratori dei draghi che avevo preparato che nella mia testa avrebbe dato delle opportunità di colpire la Chiave di @_Elil_50. Tuttavia l’ho inquadrata come un’imboscata, ed è andata quasi subito in violenza, senza che i giocatori potessero determinare le motivazioni dei nemici o nemmeno la loro identità all’inizio del conflitto. Mi pare siamo andati tutti in modalità azione, e non mi sono divertito. A ripensarci, avrei dovuto introdurre i PNG con una conversazione, ed escalare alla violenza soltanto nel caso fosse necessario.


Il sistema mi pare di capirlo bene quando lo leggo, ma sembra che nella pratica non capisca qualcosa, o probabilmente non mi sto preparando bene. L’ambientazione ce l’avevamo già, e tutti i giocatori tranne Elil la conoscono – e forse, meglio così, dato che stava effettivamente fornendo una prospettiva fresca alla cosa – e stiamo usando le pagine della wiki dei videogame come vaga ispirazione.

Mi sono preparato così: ho inventato una serie di PNG di rilievo che avevano obiettivi che potenzialmente toccavano le Chiavi dei protagonisti. Durante la sessione, mi sono preso la briga di portarli in gioco alla prima occasione sensata che fosse compatibile con tali motivazioni. Sempre cercando di seguire la volontà dei giocatori, non mi sono fatto troppi problemi a impostare scene aggressivamente inserendo coincidenze drammatiche o altri stratagemmi per cercare di portare questioni rilevanti in scena.

C’è anche il fatto che due dei giocatori sono giovani e nuovi, e @_Elil_50 ha indicato durante il debriefing che non pensa di aver utilizzato al meglio il proprio personaggio. @Moufta ha avuto problemi tecnici per tutta la sessione che hanno esacerbato la sensazione di caos e nebbia. E per finire, non conoscendo bene le regole, al primo conflitto esteso abbiamo rallentato come non mai.

Non sembra che continueremo questa campagna, ma vorrei riprovare il Solar System in futuro – magari sempre con questa ambientazione – e imparare dagli errori, se riesco.

2 Mi Piace