Esplorazione: suggermenti e regole per renderla interessante senza disegnare mappe

Questo argomento mi è venuto in mente dopo aver letto (non solo qui) discussioni sul fatto che l’esplorazione non venga fuori mai in modo interessante a meno che non si tiri fuori la mappa per i giocatori e ci si muova sulle varie caselle del tabellone (pardon… stanze od esagoni) e vedere che succede. Discorsi analoghi li ho visti anche per il viaggio, ma di quello ho trovato regole e consigli di vario tipo per rendere interessante il viaggio esso stesso, senza aver bisogno di una mappa dell’intero pianeta (pardon… continente o regione) a cui fare affidamento.
Quindi apro questo argomento per chiedervi quale accorgimenti o regole usate per rendere interessante l’esplorazione di una giungla o di una piramide, come di una città o di una necropoli, senza dover mettere mano a mappe più o meno dettagliate.

Non so se sono stato chiaro sulla mia problematica…

Ciao :slight_smile:

1 Mi Piace

Ciao, parli di Dungeon World? Perché hai postato in #giochi-e-giocare, e mi sembra che sia una domanda troppo generica per ottenere una risposta su tutti i giochi. Rispondo dunque per Dungeon World, e sposto nella sezione corretta. Se vuoi poi correggimi.

Ho la riposta diretta per DW, si chiama Perilous Wilds. E si adatta anche facilmente ad altri giochi fantasy (qualche old-schooler lo usa pure con modifiche insieme a vecchie edizioni di D&D). È spettacolare, non c’è nient’altro da dire. Il miglior supplemento per Dungeon World mai scritto. Ha delle regole per creare mondi, regioni, villaggi, e per viaggiarci dentro e scoprirli mano mano che li si esplora.

3 Mi Piace