D. Vincent Baker su come scrivere un PbtA

In che senso? Se la Risposta èllunga apro anche volentieri un argomento in fuori tema.

Due nuove parti della serie:

La prima parla dei libretti:

La seconda parla del rapporto tra mosse e conversazione (@Davos a te questo dovrebbe interessare)

Le ho anche aggiunte al messaggio di apertura.

1 apprezzamento

Ok, letta la 5 parte. A me sembra sempre più palese che Vincent sia davvero stufo di vedere PbtA copia-incolla tra di loro e che hanno interpretato la struttura delle mosse dei primi giochi PbtA come un dogma base del sistema di gioco.

1 apprezzamento

È uscita la sesta parte.

https://lumpley.games/2021/04/07/powered-by-the-apocalypse-part-6/

4 apprezzamenti

Alla fine, la parte più importante di tutte nei 6 articoli è questa:

The process of game design for me is intensely iterative: a first stab, then play & revise, play & revise, play & revise. Eventually, after enough iterative cycles, I can make a full draft. Then comes more play and revision as I take the game public, and only once all of those cycles are done do I go on to finish the game for release.

6 apprezzamenti

Mi sento di sottoscrivere questa frase col sangue.

2 apprezzamenti

E’ uscito il settimo articolo (che è un Q&A esteso diviso in parti):

https://lumpley.games/2021/05/24/powered-by-the-apocalypse-part-7-qa-round-1/

https://lumpley.games/2021/05/31/powered-by-the-apocalypse-part-7-qa-round-2/

3 apprezzamenti

Li ho aggiunti al post di apertura.

2 apprezzamenti

È uscita l’ottava parte:

https://lumpley.games/2021/07/30/powered-by-the-apocalypse-part-8-6-tricks-for-drafting-moves/

2 apprezzamenti

Ho aggiunto questa e le due di QA che mancavano al primo post (tra l’altro nel 4 QA risponde anche a un mio quesito :D)

2 apprezzamenti