PbtA one shot per giocatori di D&D sconosciuti

Ciao a tutti, sto per infilarmi in una situazione difficile e volevo prima chiedere il vostro aiuto.
Mi sono ritrovato in un gruppo di persone raccolte su internet per giocare a D&D, ma siccome il master è latitante volevo approfittare per fare un po’ di proselitismo di PbtA con una one-shot (dall’alto della mia inesperienza).

Ho letto i consigli in Pbta: con quale iniziare? e mi sono reso conto che mi manca la base: non conosco i loro gusti.

Quindi vi chiedo: mi conviene presentare Dungeon world col rischio che ci giochino con le regole di D&D, posso saggiare in modo rapido i loro gusti (magari chiedendo se piacciono un paio di tematiche) o è meglio se lascio perdere?

3 Mi Piace

Guarda, è un problema che ho dovuto affrontare di recente. La mia impressione è che, anche proponendo tematiche, non è possibile capire se il gioco può effettivamente piacere o no. Ci sono troppe variabili (tipo: “ah io avevo scelto sci-fi ma in realtà le space opera mi fanno schifo”) e a volte neanche il giocatore è in grado di esplicitare le proprie preferenze in maniera chiara.

Ti direi: prendi due o tre giochi e proponili. Sii trasparente nei tuoi obiettivi (ad esempio “vorrei provare un gioco nuovo, vi propongo uno one-shot a Dungeon World, Blades in the Dark o Monster Hearts”) e lascia che siano loro ad informarsi sui giochi e a decidere. Questo ha anche il vantaggio che, se poi il gioco non piace, la responsabilità di averlo scelto non ricade interamente su di te. Ed è giusto così, è una scelta del tavolo.

Essere trasparente aiuta perché permette ai giocatori di fare contro-proposte sensate: vuoi provare un gioco nuovo, quindi non ti possono proporre D&D.

6 Mi Piace

Grazie, considerando che non so nemmeno se hanno voglia di provare un nuovo gioco la trasparenza mi sembra l’approccio migliore.

Andrò a pescare qualcosa dall’altro thread, ma se pensate ci sia qualcosa di particolarmente adatto alla mia situazione specifica consigliate pure.

Se qui ti riferivi al mio “giochino comunque a D&D” forse sono espresso male, intendevo che giocano a DW aspettandosi tiri salvezza, check sulle caratteristiche, iniziativa, ecc. Ho riformulato la frase.

1 Mi Piace

I potenziali giocatori hanno un’opinione già formata su uno dei giochi che vorresti proporre? O verso il “mondo PbtA”?
Secondo me è molto importante per capire come proporre loro la scelta fra più giochi.

Se non sono interessati al sistema di gioco, punta solo sul tema del gioco. Visto il tuo dubbio, eviterei DW, ma solo perchè potresti passare più tempo a spiegare le differenze rispetto a D&D che a giocare.

Con un gioco dotato di una premessa molto diversa (Pasion de las Pasiones?), invece potresti semplicemente partire senza troppi pre-concetti su come funziona il sistema rispetto a quello cui sono abituati.

2 Mi Piace

Anch’io d’istinto eviterei Dungeon World. Troppo simile a D&D nell’aspetto (lo sappiamo tutti… Caratterstiche 3-18, Punti Ferita ecc.). Rischia di dare l’impressione di un “D&D per i poveri”, soprattutto se quei giocatori sono venuti su a Pane e 3.5.
Porta un PbtA (anche fantasy) ma con la struttura classica di Apocalypse World*, di modo che si trovino davanti a qualcosa di totalmente nuovo, e siano costretti a pulire un po’ i loro meccanismi che vanno probabilmente in autopilota (turni rigidi, tiro per colpire, tiro salvezza su specifica Caratteristica ecc.).

Edit *: Fallen Empires!!! :wink: :wink: :wink: Fagli vedere quanto può essere violento, epico, sporco, umorale e coinvolgente un GdR!

3 Mi Piace